Gentile Dott. Coletta,

con rammarico La informo che la procedura per il rinnovo dei certificati durante l’ imbarco è ancora completamente disattesa dai Vostri Comandi periferici.

Sia presso gli uffici della Gente di Mare che sul sito della Guardia Costiera manca sia la descrizione della procedura che i forms per le varie istanze.

Se può richiamare all’ attenzione gli stessi per una più corretta applicazione della circolare fornendo più chiare istruzioni sul modello di istanza da presentare per i vari rinnovi , di come espletare la marca da bollo sull’ istanza e sopratutto quali documenti bisogna allegare in copia.

L’ ideale sarebbe pubblicare delle precise istruzioni sul sito istituzionale della Guardia Costiera con i forms e con una completa procedura comune a tutti.

SOTTOSTANTE ESTRATTO VOSTRA CIRCOLARE:

CIRCOLARE N. 37 TITOLO GENTE DI MARE SERIE XIII
B) Chiarimenti in merito al rinnovo dei certificati di competenza

2. PROCEDURE DI RINNOVO DEL CERTIFICATO DURANTE L’ IMBARCO.

Il recente Audit delI’ EMSA ha rilevato la procedura di “proroga fino allo sbarco”, disciplinata dall’abrogato allegato IV al Decreto legislativo 136/2011, non conforme alla Direttiva 2008/106/ CE, come emendata.

Per quanto sopra il Decreto Ministeriale n. 51/2016 non prevede la suddetta procedura.

Considerato però che se il certificato di competenza scadesse durante un imbarco sarebbe necessario lo sbarco del marittimo possessore di tale certificato, si indica di seguito la procedura al fine di consentire il rinnovo in tale ipotesi.

a) il marittimo presenta l’istanza di rinnovo direttamente (a tal fine è considerata valida la trasmissione via e-mail o via fax) o tramite un suo delegato alla propria Capitaneria di Porto di appartenenza;

b) l’istanza dovrà altresì contenere: – elenco dei porti presso i quali attracchi la nave e data di arrivo;

c) alla istanza devono essere allegati:

– fotocopia del documento di identità del marittimo;

– fotocopia del certificato di competenza in scadenza;

– fotocopia della visita biennale in corso di validità;

d) La Capitaneria di Porto di iscrizione, espletate le procedure di verifica dei requisiti richiesti per il rinnovo di cui al Decreto Ministeriale 1/03/2016, n. 51, comunicherà all’Autorità Marittima, in Italia o all’estero, e per conoscenza al marittimo stesso, il nulla osta a procedere al rinnovo;

e) Il marittimo, ricevuta la dovuta comunicazione, si recherà alla Autorità Marittima indicata per procedere al rinnovo del certificato di competenza;

f) l’Autorità Marittima che ha proceduto al rinnovo comunicherà alla Capitaneria di Porto di iscrizione l’avvenuto rinnovo fornendo copia del certificato così rinnovato.