Normalmente   ho imparato ad ignorare le critiche sterili , tuttavia qualche volta vanno raccolte  per migliorare la comunicazione e l’informazione , specialmente quando a distanza di un mese ti danno pienamente ragione.

Dallo stesso sito da cui ci sono state spedite accuse di disinformazione , terrorismo mediatico , incompetenza etc etc questa mattina ritroviamo piena conferma di quanto abbiamo pubblicato oltre un mese fa  su questo blog e sui diversi social cercando di dare una corretta  informazione preventiva  , ovviamente con le dovute avvertenze in quanto il documento citato ancora non e’ in Gazzetta Ufficiale.

”COMUNICATO del 22 settembre 2016 – Ci sono incoscienti che postano notizie farlocche. Non sappiamo se lo fanno allo scopo di creare confusione o perché sono emeriti imbecilli. In entrambe i casi bisognerebbe prendere seri provvedimenti.
BASTA CON QUESTO TERRORISMO MEDIATICO. Cooordinamento del 2 Novembre, se non siete informati adeguatamente smettela !!! Il corso direttivo lo deve frequentare chi, ovviamente non lo aveva fatto per accedere agli esami da 1° Uff.le. Coloro i qu..”

Adesso avete i mezzi per decidere dove informarVI dove cercare le notizie in anticipo.

Nota Bene da circa tre settimane il COORDINAMENTO NAZIONALE MARITTIMI 3 Febbraio  ha organizzato una manifestazione a Roma per il 15 Novembre proprio per dare voce a tutti i marittimi che vengono costantemente penalizzati da questa Amministrazione di ……….

Per dettagli sulla manifestazione seguite questo link:

Buongiorno! Il Coordinamento Nazionale Marittimi ha aperto la pagina Facebook ufficiale, che trovate qui:
https://www.facebook.com/coordinamentomarittimi/?fref=ts

Non sono i Like o followers virtuali sui social , ma persone  vere , famiglie  con bambini  imbarchi difficili da trovare  e facili da perdere  , futuri e speranze che vanno in piazza ad esigere che le leggi siano fatte  senza mai dimenticare che devono essere fatte a misura d’uomo e non di burocrazia .

Non mancate il 15 novembre a ROMA. Giubbotto di salvataggio e fischietto , sarà’ la marea arancione a far tremare i palazzi .

Inoltre ,nota bene ,da fonti ben informate vi rendiamo noto che le ore previste per i corsi direttivi di cui stiamo parlando ,  molto probabilmente raddoppieranno . Basta vedere il sito dell’Accademia della Marina Mercantile , che mette nella descrizione  del corso direttivo una avvertenza al riguardo.

”CORSI DI FORMAZIONE PER IL LIVELLO DIRETTIVO  CALENDARIO 2016
CORSO DI FORMAZIONE PER IL LIVELLO DIRETTIVO DIRETTORE E PRIMO UFFICIALE MACCHINA

Nota bene: la pianificazione dei corsi attualmente pubblicata potrà subire variazioni dovute al cambiamento previsto della normativa vigente che regolamenta l’erogazione del corso stesso.”

Confortante questa notizia  apparsa questa mattina , con il mio precedente articolo  su questo blog , intitolato Terrorismo mediatico o informazione precoce         e ditemi se non sembra un copia e incolla di quanto pubblicato  da  chi ci accusa di  disinformazione  ?

 

”AVVISO PER I PRIMI UFFICIALI DI COPERTA E MACCHINA – COMANDANTI E DIRETTORI DI MACCHINA (corso direttivo 300 ore per la coperta e 570 ore per la macchina)
24 settembre 2016

MIT. ( Ministero Infrastrutture e Trasporti ) nella persona di Pujia Enrico Maria

Responsabile – Direzione Generale del Trasporto Marittimo e per vie d’Acqua interne

AVVISO PER I PRIMI UFFICIALI DI COPERTA E MACCHINA – COMANDANTI E DIRETTORI DI MACCHINA (corso direttivo 300 ore per la coperta e 570 ore per la macchina)

I decreti 1 marzo e 25 luglio 2016, concernenti rinnovo e rilascio delle certificazioni IMO da Primo Ufficiale, Comandante e Direttore, rendono obbligatorio il corso direttivo anche per i Primi Ufficiali, Comandanti e Direttori che hanno conseguito il certificato prima del 2014. Tale corso è richiesto per il rinnovo del certificato, alla scadenza dei 5 anni.”

Venti anni fa i nostri istituti Nautici erano ampiamente coerenti con quanto la STCW prevedeva negli IMO model course 7.01 e 7.02, relativi alle ore di frequenza ed alle materie professionali previste.

Si sono poi susseguite due riforme dell’Istituto Nautico , con i programmi Orione e Nautilus che erano programmi sperimentali ancora coerenti con quanto richiesto dall’IMO.

Con la riforma Gelmini ed l’introduzione della figura del perito nautico e non più’ dell’allievo , ovvero quando la scuola e’ diventata Istituto per la Logistica dei Trasporti , il programma e’ radicalmente cambiato e non ha più’ soddisfatto i model course previsti dall’IMO.

Prima della Riforma Gelmini , visto che eravamo coerenti con il model course, non sarebbe stato necessario frequentare questo corso Direttivo , per chi si era diplomato prima di una certa data ?’’ Mi e’ stato fatto notare che manca la tracciabilita’ della formazione che avviene tra i due step fondamentali, ovvero primo e secondo certificato di competenza ( uff.le navigazione a primo uff.le ) , quello che adesso avviene con il libretto di addestramento ed essendo certificati di competenza e non più’ TITOLI (come Capitano di Lungo Corso etc.) , devono sempre , sia in fase di rilascio che di rinnovo , dimostrare la coerenza ed il rispetto di tutte le norme relative, ( normativa di qualità’ ISO …..)

Il corso direttivo e’ relativo al rinnovo e non all’adeguamento , quindi chi ha i Coc con la scadenza d’ufficio del 1.1.17 che saranno adeguati alla naturale scadenza , non e’ interessato nell’immediato ma riguarda chi per esempio ha il COC che scade da gennaio 2017 in poi.”

 

 

Annunci