Buona sera , ho avuto le  intorno alle 12 oggi.
Solo in serata sono riuscito a leggere quanto scritto. Più o meno poco dopo le 14 mi chiamava Luigi Scotto del Coordinamento 3 Febbraio riferendomi dell’incontro a Roma.
Vi espongo le mie personali considerazioni :
1) Finalmente dopo anni e’ stato recepito che l’STCW parla di funzioni ( stivaggio , maneggio del carico navigazione etc a livello manageriale ) per il mantenimento della competenza e non di qualifica ( comandante , ufficiale etc) . Quindi 12 mesi nelle funzioni indipendentemente dal tonnellaggio o la qualifica del certificato detenuto significa che come evidenziato nella circolare ”nell’ambito della convenzione STCW sopra 80 t ” ( il limite 80 t e’ mutuato dal’ MCA.
2) Decisamente bene la parte che riguarda la possibilità’ di rinnovare il CoC fino a 4 anni dopo la scadenza a patto di avere al momento della scadenza i requisiti relativi alla navigazione utili al rinnovo .
3) Necessita di immediata puntualizzazione da parte del MIT la parte che prevede una certificazione per 30mesi ( termine temporale mutuato da MCA per le funzioni alternative utili al rinnovo ) continuativi anche per la navigazione nel diporto privato. E’ noto che ISF e le normative internazionali sul lavoro non consentono imbarchi cosi’ prolungati . E’ altresì evidente che e’ un refuso in quanto la certificazione di un ente e’ necessaria per tutte le altre funzioni alternative. Il marittimo certifica il periodo di imbarco con il libretto di navigazione. E’ evidente che si parla di Navi da Diporto quindi superiori a 24 mt. ( anche questo limite mutuato da MCA ) .
4) Sarebbe utile avere un chiarimento se si e’ nella condizione di aver effettuato un periodo parziale di navigazione commerciale ed uno di navigazione nel diporto privato se i due periodi possono essere sommati al fine del rinnovo con una rata di cambio tipo: 1 mese navigazione commerciale equivale a 2,5 mesi nel diporto privato.
5) Manca qualsiasi spiegazione relativa a come bisogna fare per rinnovare un certificato del diporto , figlio di un dio minore ma a tutt’oggi rinnovato solo fino al 1.1.17 .
6)Ripensando a quanto espresso dalla dott.ssa Moltoni alla delegazione del coordinamento che oggi si è recata al MIt riguardo alla minaccia delle sanzioni o procedure di infrazione da parte dell’ Emsa , mi sono domandato come fa MCA a farla franca visto che devono assolvere alle stessa convenzione STCW?
Semplice non nominano mai il diporto privato pur considerandolo utile al rinnovo dei COC, la MSN 1861 ( M) recita 12 mesi di navigazione , negli ultimi 5 anni su qualsiasi unità superiori a 24 mt e 80 gt. e’ utile ai fini del rinnovo . Infatti il diporto privato non e’ nominato tra le funzioni alternative utili al rinnovo.
7) Strano che la circolare esplicativa su corsi e refresh obbligatoti i cui decreti ancora non sono stati emanati , o sono in corso di stesura.
Purtroppo in un ritardo epocale che comporterà problemi e disagi per tutti.
Ho inoltre conferito oggi con uno dei maggiori centri di formazione che mi ha confermato che difficilmente prima di giugno saranno in grado di fornire il corso di leadership e managment, perché ancora manca il decreto per quello a livello managment, e perché e’ necessario formare i formatori ed avere le varie certificazioni ISO richieste. Se poi avete la fortuna di lavorare nei mesi estivi vi resterà’ magari novembre e dicembre per fare dai 3 ai 5 corsi/ refresh a secondo del ruolo ricoperto a bordo.
Dario Savino c.l.c.