Dal Comandante Luciano Panizzut , AMADI  ricevo e volentieri pubblico le sue osservazioni a ”caldo al  D.lgs 71 , invitando tutti  lasciare dei commenti pertinenti .

Ciao Dario,
ecco i miei primi commenti a caldo:
L’Articolo 3 sancisce il solito calderone di competenze a cui sono soggette le normative che riguardano i marittimi: oltre al MIT (e al COGECAP) devono metterci bocca anche il MIUR, il Min. della Salute e il Min. Sviluppo economico. Al comma 2 poi si dice che COGECAP e Direz. Generale “attuano i raccordi necessari ai fini della semplificazione delle procedure”. Staremo a vedere, ma ho molti dubbi.
L’Articolo 11 mi pare proprio che confermi che i certificati di Primo Soccorso e Medical Care vadano rinnovati entro 8 mesi, quindi entro metà gennaio 2016. Anche qui aspettiamo che diano degli indirizzi.
L’Articolo 19 dice che i C.o.C. e i Certificati di addestramento sono soggetti a riconoscimento e convalida quindi “endorsement”, riconoscimento che è subordinato alla verifica di conformità dei requisiti STCW. Immagino quindi che ci siano dei tempi lunghi per queste verifiche, a meno che i Paesi non decidano reciprocamente dei riconoscimenti “sulla fiducia”, almeno per gli stati in White List.
L’Articolo 20, comma 8, facendo riferimento al DPR 445 del 28/12/2000 (quello sulle autocertificazioni) afferma che le Compagnie di Navigazione certificano la conoscenza della legislazione e della lingua comune da parte dei merittimi di Paesi Terzi da imbarcare. Quindi niente più esame in Capitaneria (tipo Business and Law o Marlins Test)?
L’Articolo 23 stabilisce sanzioni effettivamente pesanti per i Comandanti che hanno a bordo (assunti da loro o inviatigli da terzi) personale in difetto con i Certificati. Bisognerà stare molto attenti, specie sugli yachts soggetti a PSC.
Ho notato poi che (salvo che abbia preso un abbaglio) è stato introdotto un termine nuovo: PROTEZIONE che mi pare sostituisca o traduca SECURITY.
In effetti nella lingua italiana la parola SICUREZZA è in questo caso ambigua per cui una definizione nuova ci voleva.

Per quanto riguarda gli Articoli che mi hai segnalato posso dire che l’art.2 e l’art. 13 non mi pare dicano niente di nuovo in quanto a definizioni dei certificati e modalità generiche di rinnovo. L’art. 28: sarebbe interessante, se qualcuno avesse tempo e voglia di farlo, confrontare questo testo attuale con il precedente ed ora abrogato DL 136, per vedere quali sostanziali differenze ci siano. A occhio direi poche, salvo quelle sopra citate.

Naturalmente bisognerà aspettare i decreti attuativi e attenderci altre e penalizzanti sorprese.
Mi piacerebbe conoscere l’opinione dei colleghi che immagino avranno già detto la loro a riguardo.

Un saluto e grazie ancora per l’impegno.

Luciano