Riceviamo dal Comandante MM
e volentieri pubblichiamo , precisando che dalle precedenti circolari relative al certificato MAMS, era chiaramente stabilito che oltre all’allegato da compilare comprovante le tre esercitazioni effettuate , di cui la prova pratica e’ soltanto una delle voci richieste, che andava allegato un estratto del giornale di bordo per quelle navi che ne hanno l’obbligo ed una dichiarazione del comandante per le imbarcazioni che non hanno obbligo dei libri di bordo.
L’ultima circolare , credo avesse lo scopo di chiarire che la prova di raddrizzamento degli autogonfiabili, cosa che evidentemente raramente si fa a bordo, poteva essere effettuata presso strutture autorizzate .
Dario Savino c.l.c.

Buongiono Comandante,

volevo informarti sulla vicenda rinnovo MAMS.
Giovedi’ sono andato a fare l’esercitazione pratica in piscina per il raddrizzamento della zattera, assieme ad altri due amici e colleghi.
Ieri tutti e tre ci siamo recati nelle rispettive Capitanerie ( Viareggio, Savona e Genova) dove ci hanno richiesto oltre alla documentazione che la prova pratica era stata effettuata, anche le fotocopie del log book dove erano annotate le tre esercitazioni per l’addestramento teorico svolto a bordo.
In effetti, quello che succede e’ che queste capitanerie richiedono per il rinnovo la stessa documentazione necessaria per il rilascio.
Anche se dall’ ultima circolare sembrava chiaro che per il rinnovo occorra dimostrare di aver svolto solo l’ addestramento pratico al raddrizzamento della zattera, oltre ai 12 mesi di navigazione.

Al collega di Genova dato che aveva navigato su una barca privata di soli 22 metri dove non avevano log book, hanno richiesto una autocertificazione con le date delle tre esercitazioni.

Questo volevo dirti; magari puo’ essere utile ad altri colleghi iscritti al tuo blog in modo che si premuniscano.
E’ ovvio che ci troviamo comunque in una situazione di marasma totale

Annunci