Dal Comandante di Lungo Corso Lorenzo Boscolo riceviamo e volentieri pubblichiamo

DM 136 che caos con i titoli di macchina !
DECRETO LEGISLATIVO 7 luglio 2011, n. 136.
Attuazione della direttiva 2008/106/CE concernente i requisiti minimi di formazione per la gente di mare.
Ci eravamo illusi che con la pubblicazione del Dm 6 settembre 2011 si fosse posto la definitiva parola FINE ai titoli così come li avevamo conosciuti, invece , niente di più sbagliato !!
Non entro nel merito se era meglio prima o adesso ma ritengo ci fosse l’esigenza per tutti di capire una volta per tute cosa deva fare un marittimo per rinnovare il proprio titolo professionale, o per uno che si acco- sta alla professione sapere come investire il proprio denaro in modo corretto , se investire nei corsi o meno ecc..
In realtà con l’uscita del DM 136 ai più era sfuggito quanto scritto nell’articolo 24 ovvero negli articoli abrogati in fatti si legge :
ART 24
Disposizioni Abrogative
A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto sono abrogati.
a) il decreto del Presidente della Repubbli- ca 9 maggio 2001, n. 324;
b) il decreto del Presidente della Repubbli- ca 2 maggio
2006, n. 246;
c) il decreto del Presidente della Repubbli- ca 31 marzo
2009, n. 55;
d) gli articoli 248, 249, 250, 251, 253, 253
-bis , 256,266, 267, 268, 270, comma 5, numero 1), lettere a) e b) , e numero 2, lettere a) , b) e d) , 270 -bis , comma 6, numero 1), lettere a) , b) e c) , 271, nu- mero 1, lettera a) , e numero 2, lettera b) , 272, 298, commi 1 e 3, 299 e 300 del regolamento per l’esecuzione del codice della navigazione (navigazione marittima) di cui al decreto del Presidente della Re- pubblica 15 febbraio 1952, n. 328;
e) decreto del Ministero delle infrastruttu-
re e dei trasporti
23 luglio 2008, n. 141.
2. Sino all’entrata in vigore dei decreti di
cui agli articoli
6, comma 2, e 8, comma 2, continua ad
applicarsi
la disciplina di cui al decreto del Ministe-
ro dei trasporti
30 novembre 2007 e del decreto direttoria-
le 17 dicembre
2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
n. 13 del
16 gennaio 2008.
Da cui si evince :
Art .270 – Meccanico navale di prima classe specializzato : valido solo per la pesca
Art . 270 Bis – Meccanico navale di prima classe : NON può più imbarcare come 1°ufficiale su navi adibite al trasporto merci o rimorchio , né può imbarcare come ufficiale a bordo di passeg- geri, rimorchio o pesca secondo i parametri previsti in precedenza
Art. 271 – Meccanico navale di se- conda classe per motonavi :NON come 1° o 2°ufficiale su navi da carico o da rimorchio nel ton- nellaggio previsto dalla vecchia norma, né come direttore di mac- china su navi da carico o rimor- chio sup ai 1500 CV asse .
Rimane perciò, la possibilità di acquisire i “ vecchi titoli “ e navigare in Navigazione Nazionale , Litoranea / Costiera / Locale o per la Pesca .
Così come è evidente che per assumere il comando o mantenere la possibilità di imbarcare su navi che svolgono navigazio- ne internazionale coloro che sono in pos- sesso dei titoli di cui sopra debbono con-
vertire il proprio titolo in certificazione IMO così come previsto dal DM del 6 settembre 2011 , entro il 6 marzo 2013.
Di seguito abbiamo riportato gli articoli corretti secondo quanto previsto dall’articolo 24 del DM 136 ( in azzurro le parti eliminate )
Al sottoscritto rimangono delle perplessi- tà :
• Si obbliga di fatto tutte le nuove, ma anche le vecchie , unità ad avere la doppia certi- ficazione CV asse e Potenza apparato motore , pena l’impossibilità di imbarcare il personale di macchina che ha il vecchio o il nuovo titolo , a seconda del certificato posse-
duto dalla nave
• Giusta o sbagliata si era scelta
una strada per la classificazio- ne delle competenze di coper- ta e macchina secondo i criteri dettati dalle Direttive Europe- e.
• Al personale con i vecchi titoli verrà richiesto il basic training per l’imbarco sulle mercantili che svolgono co-
stiera o litoranea nazionale ?
• E come figurerà nelle tabelle d’armamento in riferimento alla direttiva europea / circolare nazionale per l’adeguamento delle tabelle
agli standard europei ?
Sperando di aver comunicato almeno qual- che certezza in questo susseguirsi di modi- fiche dove molto spesso si perde il filo o ci si ritrova , dopo lunghe ricerche , sempre al punto di partenza
Art. 270 – Meccanico navale di prima classe specializzato
Per conseguire il titolo di meccanico navale di prima classe spe- cializzato occorrono i seguenti requisiti:
1) essere iscritto nella prima categoria della gente di mare;
2) avere compiuto i ventuno anni di età;
3) possedere il diploma di istituto professionale per le attività
marinare o di istituto professionale per l’ industria e l’ artigianato – settore gente di mare, sezione meccanici navali – di Stato o le- galmente riconosciuti;
4) avere effettuato diciotto mesi di navigazione come addetto
al servizio dell’ apparato motore, dei quali almeno sei su navi a vapore e sei su motonavi.
Il tirocinio di navigazione su navi a vapore può essere sosti- tuito da un periodo di navigazione di eguale durata effettuato al servizio di impianti ausiliari a vapore o da un periodo di lavoro a terra di eguale durata alla condotta di caldaie a vapore;
5) avere sostenuto con esito favorevole un esame secondo i programmi stabiliti con decreto del ministro dei trasporti e della navigazione.

Il meccanico navale di prima classe specializzato può:
1) imbarcare:
a) come secondo ufficiale in servizio di guardia in macchina,
su navi da carico o adibite al rimorchio, dotate di apparato moto- re a combustione interna o a vapore, con esclusione di quelli diesel elettrici o a turbina a gas, di potenza non superiore a 3.500 cavalli asse o 3.800 cavalli indicati;
b) come primo ufficiale in servizio di guardia in macchina, sulle navi di cui al precedente punto a, purché abbia effettuato due anni di navigazione in qualità di ufficiale in servizio di guar- dia in macchina;
c) come ufficiale in servizio di guardia in macchina, su navi adibite alla pesca, di stazza lorda non superiore alle 4.000 tonnel- late, con le esclusioni di cui al precedente punto a.
2) assumere la direzione di macchina:
a) delle navi di cui al precedente punto 1 a, purché dopo il conseguimento del titolo abbia effettuato tre anni di navigazione in qualità di ufficiale in servizio di guardia in macchina;
b) di navi da passeggeri, dotate di apparato motore non supe-
riore agli 800 cavalli asse o ai 900 cavalli indicati, purché dopo il conseguimento del titolo abbia effettuato tre anni di navigazione di cui almeno uno in servizio di guardia in macchina;
c) di navi adibite alla pesca, di stazza lorda non superiore alle 2.000 tonnellate, purché dopo il conseguimento del titolo abbia effettuato almeno tre anni di navigazione, di cui almeno uno in servizio di guardia in macchina;
d) di navi di qualsiasi tipo e potenza di macchina, di stazza lorda non superiore alle 2.000 tonnellate, adibite alla navigazione a distanza non superiore alle venti miglia dalla costa purché dopo il conseguimento del titolo abbia effettuato tre anni di navigazio- ne, dei quali almeno uno in servizio di guardia in macchina.
4. I meccanici e i motoristi navali della marina militare pro- venienti dal servizio permanente, entro cinque anni dall’ invio in congedo, possono conseguire il titolo di meccanico navale spe- cializzato di prima classe, purché abbiano effettuato prima del congedamento una navigazione complessiva di quattro anni in servizio di macchina.
Art. 270 bis – Meccanico navale di prima classe
1. Per conseguire il titolo di meccanico navale di prima classe occorrono i seguenti requisiti:
1) essere iscritto nella prima categoria della gente di mare; 2) avere compiuto i ventuno anni di età;
3) possedere la licenza di scuola media;
4) avere lavorato almeno diciotto mesi in uno stabilimento
meccanico alla costruzione o alla riparazione di
macchine e avere effettuato almeno diciotto mesi di naviga-
zione come addetto al servizio dell’ apparato motore dei quali almeno sei su navi a vapore e sei su motonavi.
2. Il periodo di lavoro in uno stabilimento meccanico alla costruzione o alla riparazione di macchine può essere sostituito da un periodo di navigazione di eguale durata in qualità di opera- io motorista, di operaio meccanico o di capo fuochista.
3. Il tirocinio di navigazione su navi a vapore può essere sostituito da un periodo di navigazione di eguale durata effettuato al servizio di impianti ausiliari a vapore o da un periodo di lavoro a terra di eguale durata alla condotta di caldaie a vapore;
5) avere frequentato, con esito favorevole, dopo il tirocinio di officina e di navigazione un corso integrativo
secondo le modalità e i programmi stabiliti con decreto del ministro dei trasporti e della navigazione di concerto col ministro per la pubblica istruzione;
6) avere sostenuto con esito favorevole un esame secondo i programmi stabiliti con decreto del ministro dei trasporti e della navigazione.
4. Il meccanico navale di prima classe può:
1) imbarcare:
a) come ufficiale in servizio di guardia ai macchinari ausiliari
di bordo su navi di qualsiasi tipo, tonnellaggio o potenza di appa- rato motore e per qualsiasi destinazione;
b) come ufficiale in servizio di guardia in macchina su navi da carico o addette al rimorchio dotate di apparato motore di potenza non superiore a 1.800 cavalli asse o ai 2.000 cavalli indi- cati;
c) come ufficiale in servizio di guardia in macchina su navi adibite alla pesca, di stazza lorda non superiore alle 2.000 tonnel- late;
2) assumere la direzione di macchina:
a) di navi da carico o adibite al rimorchio dotate di apparato motore di potenza non superiore ai 1.800 cavalli indicati purché dopo il conseguimento del titolo abbia effettuato tre anni di navi- gazione di cui almeno uno in servizio di guardia in macchina;
d) di navi da passeggeri dotate di apparato motore di potenza non superiore ai 400 cavalli asse o ai 450 cavalli indicati purché dopo il conseguimento del titolo abbia effettuato tre anni di navi- gazione di cui almeno uno in servizio di guardia in macchina;
c) di navi da pesca di stazza lorda non superiore alle 2.000 tonnellate purché dopo il conseguimento del titolo abbia effettua- to tre anni di navigazione di cui almeno uno in servizio di guardia in macchina;
d) di navi di qualsiasi tipo o potenza di macchina adibite alla navigazione a distanza non superiore alle venti
miglia dalla costa, purché dopo il conseguimento del titolo abbia effettuato tre anni di navigazione dei quali almeno uno in servizio di guardia in macchina.
1. Per conseguire il titolo di meccanico navale di seconda classe per motonavi occorrono i seguenti requisiti:
1) essere iscritto nella prima categoria della gente di mare;
2) avere compiuto i ventuno anni di età;
3) avere conseguito la licenza di scuola media;
4) avere frequentato, con esito favorevole, un corso specializza-
to presso istituti scolastici o altri enti autorizzati dal ministro dei trasporti e della navigazione; avere effettuato, inoltre, diciotto mesi di navigazione al servizio di motori a combustione interna, di potenza non inferiore a 100 cavalli asse;
5) avere sostenuto con esito favorevole un esame secondo i
programmi stabiliti con decreto del ministro dei trasporti e della navigazione.
2. Il meccanico navale di seconda classe per motonavi può: 1) imbarcare:
a) come primo ufficiale in servizio di guardia in macchina su
motonavi da carico o adibite al rimorchio, di potenza non superio- re a 1.500 cavalli asse; e come secondo ufficiale su motonavi da carico o adibite al rimorchio, di potenza non superiore ai 1.800 cavalli asse;
Art. 271 – Meccanico navale di seconda classe per motonavi

b) come ufficiale in servizio di guardia in macchina su motona- vi adibite alla pesca, di stazza lorda non superiore alle 2.000 ton- nellate;
2) assumere la direzione di macchina;
a) su motonavi da carico o adibite al rimorchio, di potenza non superiore a 800 cavalli asse;
b) su motonavi da carico o adibite al rimorchio, di potenza non superiore a 1.500 cavalli asse, purché, dopo il conseguimento del titolo, abbia effettuato almeno due anni di navigazione in servizio di guardia in macchina su motonavi;
c) su motonavi da passeggeri dotate di apparato motore di po- tenza non superiore a 200 cavalli asse;
d) su motonavi adibite alla pesca di stazza lorda non superiore alle 500 tonnellate;
e) su motonavi adibite alla pesca, di stazza lorda non superiore alle 1.000 tonnellate, purché, dopo il
conseguimento del titolo, abbia effettuato almeno due anni di navigazione in servizio di guardia in macchina su motonavi.
3. I secondi capi e i sergenti meccanici e motoristi navali pro- venienti dal servizio permanente o volontario della marina milita- re possono, entro cinque anni dall’ invio in congedo, conseguire il titolo di meccanico navale di seconda classe per motonavi, pur- ché abbiano effettuato almeno tre anni di navigazione in servizio di macchina.