E’ di questa sera la notizia che la nave cargo  è stato sequestrata a 620 miglia dalle coste della Somalia.

A bordo 23 persone fra cui 7 nostri connazionali. La Farnesina ha attivato i suoi canali…………………………

Risulta che la M/N Montecristo è stata attaccata da un barca di pirati somali con cinque persone armate: a bordo vi sono 23 persone (7 italiani, 10 ucraini e 6 indiani).

Altra  annunciata tragedia umana, che si somma alle altre navi Italiane e non,  nelle mani dei pirati  e la comunita’ nazionale ed internazionale resta a guardare….

Qualche titolo per qualche ora ,una notizia alla televisione e poi il lento oblio .

Richieste di riscatto , lunghe ed interminabili mediazioni tra societa’ armatrici e pirati e dei ”poveri cristi ”che guadagnano la loro vita sul mare gettati in fondo ad una cella, tagliati fuori dal mondo , ostaggi per un prezzo  che  non sempre garantisce loro il ritorno a casa.

Ed i Familiari  di questi marittimi,  senza nessuna speranza di avere nemmeno un centesimo dell’eco mediatico che hanno avuto i vari ostaggi di Emergency , i giornalisti rapiti in territorio di guerra , che hanno tutto il nostro rispetto e comprensione , per carita’ non fraintendetemi, ma per i marittimi lontani dal clamore delle televisioni e dei giornali , le speranze di coinvolgere il resto del paese a chiedere che si faccia  presto qualcosa per questi lavoratori del mare si scioglie come neve al sole. Soli sono nel loro lavoro sul mare soli restano abbandonati da tutti nelle loro fredde e buie prigioni.

Dario Savino c.l.c.