Per le statistiche cliccare il link qui sotto.


ESAMI TITOLI STCW APRILE 2011


GLI ESAMI NON FINISCONO MAI

 

Si sono conclusi oggi in Capitaneria di Porto a Genova gli esami per i titoli professionali marittimi, le certificazioni per Allievi ed Ufficiali di coperta e macchina  .

Le statistiche dimostrano un ulteriore impoverimento della preparazione dei candidati,  e questa volta non e’ soltanto l’inglese la bestia nera dei nostri cadetti , ma addirittura  la prova della  materia tecnica .

Molte le lacune riscontrate e come  gia’ evidenziato in passato , si nota che la carenza di formazione a bordo , usanza consolidata  in passato , è un elemento determinante ormai  mancante su quasi tutte le navi.

Gli insegnamento del primo ufficiale agli allievi  e’ sostanzialmente venuto meno, lasciando al marittimo l’iniziativa della propria preparazione con le evidenti lacune che ne risultano.

Diverso il discorso di quei cadetti o ufficiali che hanno avuto la possibilita’ di frequentare corsi accademici  di preparazione all’esame , tra cui spiccano gli allievi della Accademia della Marina Mercantile , che nel loro percorso di formazione alternano teoria e pratica , per  correttezza di cronaca alcuni bocciati  anche tra questi ultimi.

Sarebbe  forse opportuno suggerire a queste giovani leve di cercare una maggiore differenziazione negli imbarchi formativi, alternando magari una petroliera  con un cargo ed una passeggeri . Purtroppo notiamo che la maggior parte dei cadetti che arrivano da esperienze unicamente di navi passeggeri , hanno grosse lacune su molti aspetti della professione.

Inutile rimarcare l’importanza essenziale dell’Inglese , che stranamente in questa sessione d’esame non e’ stato l’unico scoglio su cui sono naufragate le speranze di moltissimi candidati.

Si ravvisa l’urgenza di provare a proporre un  percorso formativo concordato tra  Autorita’ Marittima , Istituti  Nautici ( ora Logistica del trasporto)  Accademia della Marina Mercantile ed Armatori , al fine di tracciare una rotta virtuosa di avvicinamento all’esame.

In questa sessione d’esame  i diportisti che si sono presentati  hanno mostrato un ottima preparazione.

Allegate di seguito le statiche redatte dalla Capitaneria di Porto di Genova

 

 

Dario Savino c.l.c

 

 

Copyright Common Creative share alike .

 

Ricevo e volentieri pubblico dal comandante Pietro Martucci  il seguente commento al riguardo.

Leggendo con attenzione i dati presentati, emergono dati allarmanti, sul numero di marittimi che hanno ottenuto il relativo certificato. Mentre i dati dei candidati al titolo di Ufficiale della Navigazione dimostrano che questi, non hanno maturato durante il periodo trascorso a bordo, previsto dalla normativa vigente, per potersi presentare in maniera preparata e con un bagaglio minimo di esperienza tale da consentirgli di iniziare ad affrontare gli incarichi per i quali hanno studiato. Questa realtà emerge dal fatto, per esperienza professionale, che gli allievi durante la permanenza a bordo, sono impiegati prevalentemente in mansioni di segreteria, per il disbrigo delle pratiche ordinarie e nella redazione della SMS. Inoltre bisogna sottolineare, che spesso, questi Allievi sono affiancati e subordinati a Primi ufficiali stranieri, già oberati da incarichi operativi, che non possono dedicare che pochi minuti nel firmare la documentazione che “attesta” che l’allievo ha ottemperato a quanto disciplinato. Cari signori questa e’ l’amara realtà.

Pietro Martucci

 

 

 

 

 

 

 

 

About these ads